IIR

L'Istituto Italiano di Roncologia è una realtà organizzativa i cui obiettivi primari sono:

- la sensibilizzazione del pubblico attraverso campagne di informazione riguardo la prevenzione e le cause del russamento, le patologie associate e le opzioni terapeutiche ad oggi disponibili per smettere di russare;

- la ricerca scientifica in collaborazione con primarie Università, il cui fine è quello di approfondire le cause delle apnee notturne e le cure più appropriate.

L'Istituto Italiano di Roncologia articola l'attività clinica mediante la R.O.M.S.A. Roncology Medical Services. Il Direttore Scientifico dell’ Istituto Italiano di Roncologia e Responsabile della R.O.M.S.A. Roncology Medical Services è il Dott. Prof. Giovannino Rocchi.

Prestazioni

Qui di seguito trovate una lista delle prestazioni offerte dal nostro Istituto che riguardano sia il percorso diagnostico da effettuare, che il programma terapeutico per smettere di russare e subire le apnee.
Se avete delle domande potete rivolgervi direttamente a noi e fissare un appuntamento.

Gli Ambiti Specialistici che vengono coinvolti nella valutazione di tale disturbo sono:

internistico
cardiologico
neurologico
otorinolaringoiatrico
pneumologico
gnatologico e odontoiatrico
psicosociologico
scienza dell'alimentazione

Altre prestazioni:

Servizi Odontoiatrici
Chirurgia mini-invasiva con laser 
Servizio domiciliare per la polisonnografia

Gli Esami:

polisonnografia cardiorespiratoria continua notturna
eventuali altri esami e/o di laboratorio
RX
ispezione della bocca, della gola, del naso
video-endeoscopia laringea
video-endeoscopia nasale

CV Dott. Prof. Giovannino Rocchi

RocchiDirettore Scientifico dell' Istituto Italiano di Roncologia

Vice Presidente della Società Italiana di Medicina del Sonno in Odontoiatria (S.I.M.S.O.)

Componente del Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Medicina del Sonno (A.I.M.S.)

Nato a Pizzoli (AQ) il 06/12/49

Laureato cum laude in Medicina e Chirurgia  presso l'Università La Sapienza di Roma il 20/10/1975

Specializzato cum laude in Anestesiologia e Rianimazione presso la stessa Università il 7/7/1978

Dal 1/8/78 al 31/10/78 titolare di un contratto SUMAI per prestazione d'opera professionale come anestesista.

Dal Novembre 1978 al 21/2/79 segue un corso di perfezionamento in Anestesia e Rianimazione presso l'Institut of Basic Medical Sciences nella Facoltà di Anestesia del Royal College of Surgeons of England di Londra.

Dal 26/2/79 al 30/4/79 è titolare di un contratto onorario in qualità di Registrar (Assistente) presso il Queen Charlottes' Maternity Hospital di Londra.

Dal 14/7/79 al 30/4/82, dopo aver vinto l'avviso pubblico, lavora come Assistente Anestesista presso l'Istituto Materno Regina Elena di Roma

Dal Novembre 1979 entra a far parte, come membro effettivo, di una Associazione Professionale Anestesiologica privata

Dal 1982 amplia i propri interessi professionali dedicandosi anche alla odontoiatria e per tale motivo nel 1985 si iscrive alla scuola di specializzazione di Odontostomatologia presso l'Università degli Studi di Genova

Specializzato cum laude in Odontostomatologia e Protesi Dentaria presso l'Università degli studi di Genova nel 1987

Allievo del Dott. Robert Jankelson a Seattle nel 1990 per un corso di occlusione neuromuscolare.

Perfezionato in Occlusione e Postura in chiave Kinesiologica presso l'Università degli studi di Palermo il 15/01/2000

Allievo del Prof. R. Bourdiol in vari corsi di neuroanatomofisiologia, posturologia, medicina manipolativa, oculistica neurologica

Correlatore e relatore in varie conferenze, seminari e corsi tenuti per l'Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI) provinciale di Roma aventi per oggetto la gnatologia e la kinesiologia  odontoiatrica.

Diplomato Omeopata il 30/07/98 dalla scuola SMB, dopo il corso triennale previsto dalla vigente normativa e iscritto nel registro degli omeopati presso l'ordine provinciale dei medici di Roma.

Dal 1988 si occupa in via prevalente, nell’ambito della specialità odontoiatrica, di problematiche gnatologiche ed avendo notato delle correlazioni statisticamente rilevanti tra malocclusioni e roncopatie come da letteratura internazionale sull’argomento, ha iniziato a trattare i primi pazienti roncopatici dal 1992 con dispositivi di avanzamento mandibolare (MAD).

Professore a contratto per lo svolgimento del Corso integrato "Il Sistema cranio sacrale", nell'ambito della Disciplina Anatomia del Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria, Università degli Studi di Siena,  dall'anno accademico 2000 – 2001 e rinnovato in tutti gli anni successivi.

Ha partecipato alla ricerca sulla tossicità da metalli pesanti di origine odontoiatrica nella matrice ematica, urinaria e salivare effettuato presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università degli Studi di Siena dal 2000 al 2003.

Professore nel corso di formazione professionale triennale in “Tecnico di Posturometria” dall’anno accademico 2003 – 2004 presso l’Università degli Studi di Siena. Dall’anno accademico 2005 – 2006 gli è stata affidata la organizzazione  didattica del corso in oggetto.

Partecipa nel 2005 alla costituzione dell’Istituto Italiano di Roncologia di cui è direttore scientifico e dell’Associazione R.O.M.S.A. per il trattamento gnatologico dei pazienti roncopatici.

Socio dell’Associazione Italiana Medicina del Sonno (A.I.M.S.) dal 2006.

Dal 2009  viene nominato anche tutor del corso di tecnico di posturometria.

Dal 12 al 13 febbraio 2010 partecipa al I° congresso della Società Italiana di Medicina del Sonno in Odontoiatria (S.I.M.S.O.) e ne diviene socio.

Dal 2011 è nella commissione odontoiatri dell’Associazione Italiana di Medicina del Sonno.

Dal 2013 è Consigliere della S.I.M.S.O.

Dal 2013 è delegato della S.I.M.S.O. al Tavolo Tecnico Intersocietario "Sonnolenza e sicurezza nei pazienti OSAS"

Dal Settembre 2013 Vice Presidente della S.I.M.S.O.

Nel settembre 2015 coautore di un corso di formazione a distanza (FAD) per i medici di medicina generale elaborato insieme ai delegati del Tavolo Tecnico Intersocietario "Sonnolenza e Sicurezza nei Pazienti OSAS"

Dal 2 ottobre 2015 è membro del Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Medicina del Sonno

Giugno 2016 diploma in Master II in Medicina del Sonno presso l’Università degli Studi di Bologna

 

Autore dei seguenti articoli scientifici:

Considerazioni sull'analgesia per il parto e sull'organizzazione di tale servizio. Impegno ospedaliero - sez. scientifica. Vol.2 Gen. Feb. 1981 n.1: 59 - 64

Eclampsia: considerazioni critiche sulla terapia. La clinica terapeutica 105: 243 - 250, 1983

Evoluzione concettuale del corretto posizionamento condilare. Dent. Mod., 7: 1077 - 1103, 1995.

Basi neurofisiologiche del test muscolare kinesiologico. Dent. Mod., 5: 665 - 668, 1996.

Evoluzione del test di Meersseman. Dent. Mod., 7: 1017-1018, 1996.

Influence of amalgam fillings on Hg levels and total antioxidant activity in plasma of healthy donors. Bull. Group. Int. Rech. Sci. Stomatol. Odontol. 43, 62-67, 2001

Analisi preliminare sulla presenza di mercurio in matrici biologiche di esposti ad amalgame dentali. Sessione poster  per il convegno della società chimica italiana tenutosi a Torino a Giugno 2003

Etiopathogenesis, prevention and therapeutic strategies of snoring pathologies. G. Rocchi, M.R. Munizzi, V. Kaitsas, L. Fonzi.  Bull. Group. Int. Rech. Sci. Stomatol. Odontol. 46, 15 – 26, 2004

Il sonno e l’odontoiatria. E. Manfredi, F. Milano, G. Rocchi, M. Segù, F. Sacchi. Doctor OS. Marzo 2016, XXVII (03): pag 252-257

Bruxismo. G. Rocchi, M. Segù, E. Manfredi, F. Milano, F. Sacchi. Doctor OS. Aprile 2016, XXVII (04): pag 342-348

OSAS e russamento nell’adulto. F. Milano, F. Sacchi, M. Segù, G. Rocchi, E. Manfredi. DoctorOS. Maggio 2016, XXVII (05): pag 460-465

OSAS e russamento nel bambino. M. Segù, G. Rocchi, F. Milano, F. Sacchi, E. Manfredi. DoctorOS. Giugno 2016, XXVII (06): pag 552-557

 

Interviste al Dott. Prof. Giovannino Rocchi

A russare sono soprattutto gli uomini di età compresa fra i 40 e i 60 anni, ma il fenomeno riguarda anche le donne. La maggior parte di queste persone russa solamente in situazioni particolari come in caso di stanchezza o dopo mangiate e bevute abbondanti.

 

 

Il Prof. Rocchi intervistato nella trasmissione televisiva Uno Mattina spiega le cause del russamento notturno e le terapie per affrontare quel che appare essere sempre più una patologia diffusa. 

 

 

Intervista al prof. Giovannino Rocchi a “Check up”, RAI 1, sulle roncopatie: "un’ altro passo per sensibilizzare la popolazione su un problema diffusissimo ma di cui si conosce ancora poco. Approfondite le metodiche utilizzate nello screening diagnostico e le cure possibili.”

 

 

Intervista a "Radio Vaticana" del 17 giugno 2010 

Intervista a "La Medicina" del 4 gennaio 2011   

Intervista a "Il ComuniCattivo" Radio 1 RAI del 25 gennaio 2011  

Copyright © 2017 Istituto Italiano di Roncologia. All Rights Reserved.